Il Consiglio della Città Metropolitana di Torino ha approvato questa mattina una mozione che impegna la giunta a riaprire, il prima possibile, la caccia alle specie che possono essere nocive per l'agricoltura e a rivedere le disposizioni che riguardano i Comprensori Alpini. Passa così la linea sostenuta dalla Cia - Agricoltori Italiani di Torino che, insieme alla Cia Cuneo, aveva denunciato la sproporzione del provvedimento di sospensione adottato dalla giunta regionale in seguito agli incendi che hanno devastato Torinese e Cuneese. 

La mozione è stata presentata dai consiglieri metropolitani Monica Canalis, Paolo Ruzzola, Mauro Fava, Antonio Castello, Mauro Carena e Vincenzo Barrea ed è stata approvata con otto voti favorevoli contro sette contrari. 

<Non possiamo che dirci soddisfatti per la decisione presa oggi dalla Città Metropolitana - commenta il presidente provinciale Roberto Barbero - auspichiamo ora che l'ente se ne faccia portavoce davanti alla Regione Piemonte per riportare in fretta la situazione alla normalità nei Comprensori Alpini e aiutarci a fare fronte all'aumento della popolazione di ungulati dannosi per l'agricoltura>.