Barbero (Cia Torino), sferza i politici alla Fiera di Villar Pellice: "Sulle proposte a costo zero, nessuno si è mosso"

Fatturazione elettronica, nuova Pac, legge sul caporalato, rimborsi Iva… Davanti alla platea gremita di allevatori e visitatori della ventesima Fiera d’autunno di Villar Pellice, domenica 21 ottobre il presidente della Confederazione italiana agricoltori di Torino, Roberto Barbero, ha ribadito i temi caldi del mondo agricolo, non risparmiando dure accuse alla classe politica: «In tempi non sospetti – ha attaccato Barbero – ho invitato i parlamentari delle principali forze politiche a discutere con noi su sei specifiche proposte di riforma a costo zero per il sostegno all’agricoltura. Devo dare atto al Partito Democratico, alla Lega e a Forza Italia di aver prontamente risposto all’appello, mentre il Movimento 5 Stelle ha promesso che verrà in campagna elettorale… In ogni caso, devo dire con la stessa franchezza, che, al di là del formale interessamento, nessuno al momento ha mosso un dito sulle nostre richieste, così come nel contratto di governo non c’è alcuna traccia della riforma della normativa sulla fauna selvatica che sta devastando le nostre coltivazioni».

Leggi tutto...

Cinghiali, Roberto Barbero (Cia Torino): "I politici non stanno facendo il loro mestiere"

Con la sentenza del Tribunale amministrativo del Piemonte che la settimana scorsa ha sospeso i piani di abbattimento dei cinghiali in provincia di Torino, torna a riaccendersi la protesta degli agricoltori sui danni della fauna selvatica: «Non ce l’ho con i giudici – mette le mani avanti il presidente della Confederazione italiana agricoltori di Torino, Roberto Barbero -, che fanno il loro mestiere sulla base delle normative vigenti, me la prendo invece con i politici, che continuano a parlare senza fare niente. Tutti sanno quanto sia diventato devastante il problema dei cinghiali per la nostra agricoltura, eppure nulla si muove. Prendo atto che anche nel contratto di governo del nuovo esecutivo nazionale non c’è traccia di interventi per far fronte ai danni della fauna selvatica, che va gestita e non più soltanto tutelata. Fintanto che non si metterà mano alla legge, non ci sarà modo di contenere efficacemente l’imperversare dei cinghiali, come dei lupi e degli altri selvatici».

Leggi tutto...

Agricoltura cubana in cattedra alla Cia-Agricoltori del Piemonte, venerdì 28 settembre incontro ad Avigliana

Amelis Beaton Castellanos, specialista presso l’Associazione cubana di medicina veterinaria, Hortensia Martine del Valle, ingegnere meccanico e produttrice agricola, Nilde Iglesias Domecq, master in scienze e divulgatrice della permacultura, delegate di Terra Madre, hanno tenuto nel pomeriggio del 25 settembre, presso la sede regionale della Cia-Agricoltori italiani, una conferenza stampa nel corso della quale hanno tracciato un quadro della situazione e delle prospettive dell’agricoltura cubana.

Leggi tutto...

Al tavolo regionale del latte, la Cia chiede di uniformare le tabelle della qualità, nell'interesse della filiera

Anche la Confederazione italiana agricoltori del Piemonte esce delusa dal tavolo del latte convocato dall’Assessorato all’agricoltura della Regione Piemonte. Colpa degli industriali, che, come osserva il delegato regionale dell’Organizzazione sindacale Davide Rosso, “continuano a rifiutare qualsiasi proposta della parte agricola, anche quando questa è condivisa da tutte le rappresentanze allevatoriali”.

Leggi tutto...