Città Metropolitana, Barbero: "Ancora una volta agricoltura Cenerentola del programma di mandato"

Il commento del presidente provinciale della Cia – Agricoltori Italiani Roberto Barbero sulla prima seduta del nuovo Consiglio Metropolitano e sul programma di mandato illustrato nella riunione odierna:

«Spiace constatare che certi errori si ripropongano sempre uguali a sé stessi. Ho assistito quest’oggi all’insediamento del nuovo Consiglio Metropolitano e mi rammarico che tra i molti temi toccati sia mancato ancora una volta qualunque cenno al mondo dell’agricoltura e alle problematiche che la interessano. La Città Metropolitana ha conservato le competenze sulla pianificazione territoriale e sulla promozione e il coordinamento dello sviluppo economico eppure, da quando esiste l’Ente, mai abbiamo potuto avviare un’interlocuzione seria su temi complessi che richiederebbero un approccio strategico, quali l’abbandono delle aree rurali, il proliferare incontrastato della superficie boschiva e l’aumento della popolazione di selvatici, che arreca danni sempre più gravi alle produzioni agricole. Purtroppo anche oggi abbiamo preso atto di essere, come in passato, la  Cenerentola del programma di mandato. Da domani riprenderemo quindi il lavoro per spiegare alla nuova amministrazione metropolitana quali siano le emergenze sul territorio torinese del nostro settore e faremo le nostre proposte per affrontarle con metodo e programmazione»

La solidarietà corre tra Torino e Amatrice

Il terremoto che ha devastato il centro Italia il 24 agosto scorso ha distrutto i paesi di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto e non ha risparmiato nemmeno molte aziende agricole dell'area. Ecco perché la Cia di Torino, già all'indomani della catastrofe, ha pensato di unirsi alla gara di solidarietà scatenatasi tra gli italiani e ha deciso di tendere la mano a un collega e a un territorio martoriato. 

Leggi tutto...

La CIA di Torino dona l'olio per accendere la lampada votiva di San Francesco d'Assisi

Tocca a Torino e al Piemonte quest'anno donare l'olio per tenere acceso il lume votivo della cripta di San Francesco D'Assisi. L’usanza, che si ripete dal 1939, prevede infatti che ogni anno un comune capoluogo a rotazione, in rappresentanza dell’intera regione, offra il necessario per rischiarare la cripta dove riposano le spoglie mortali del Santo d’Assisi, Patrono primario d’Italia.

Leggi tutto...

Cia Torino protagonista ai Maestri del Gusto 2017-18

Si è tenuta lunedì 19 settembre, presso il centro congressi Torino Incontra, la premiazione dei Maesti del Gusto di Torino e Provincia 2017-2018, la selezione realizzata ogni due anni dalla Camera di Commercio di Torino che segnala i produttori più rappresentativi del gusto torinese.

Leggi tutto...